Dal vivo, attivo 24 ore su 24: 899.89.82.88

Un regalo con 5 sorprese

Quando non ho potuto più evitare di tornare al mare con i miei vecchi amici ho dovuto affrontare mio marito e dirgli che per una volta avrei voluto partire da sola.

Avevo preparato una risposta convincente per ogni sua possibile obiezione, ma non ero preparata ad ascoltare la singola, enorme e potente parola che mi disse con un sorriso di soddisfazione stampato sul viso: finalmente!

Eh sì, il mio caro uomo con cui vivevo insieme da diversi anni mi spiegò che gli sembrava strano che ancora non fosse nata questa esigenza e che è una scelta ottima per il benessere della coppia. Non me lo feci ripetere, chiamai Carlo e Mario per avvisarli che sarei andata e organizzai il viaggio in un’ora. In albergo svuotai la valigia e trovai un pacchetto con un bigliettino, era di mio marito. C’era scritto che non gli piacevano i costumi che avevo portato con me e che aveva provveduto a regalarmene qualcuno.

Gli avrebbe fatto piacere ricevere qualche mia foto sulla spiaggia con quei suoi regali. Mi ritrovai davanti tre piccole confezioni che mi lasciarono senza parole. Nella prima c’era un bikini arancione estremamente piccolo e piuttosto trasparente, nel secondo un costume intero bianco con stampata la parole Felicità, infine un tanga bianco completamente trasparente e talmente piccolo da non sapere come fare a non farlo sprofondare tra le mie grandi labbra.

Lo chiamai con un finto tono risentito, in realtà era eccitazione allo stato puro, conclusi la telefonata dicendogli che non sapevo se avrei indossato quei costumi indecenti. Mentivo, ma non avevo il coraggio di confessargli che la cosa mi faceva impazzire dal piacere. Chiamai Carlo per accordarmi sul quando e dove vederci e per prepararlo alla richiesta di mio marito, compreso il suo desiderio di ricevere qualche mia foto in costume.

Scelsi il costume intero, non mi pareva il caso di mostrarmi subito del tutto nuda ai miei amici e alle centinaia di persone presenti sulla spiaggia: un minimo di ambientamento! Appena uscita dall’acqua capii che avevo compiuto la scelta peggiore, il tessuto scomparì quasi del tutto lasciandomi completamente nuda mentre tornavo verso la sdraio. Mario, che dei due è quello privo di tabù, mi fotografò e chiese il numero di mio marito per inviargli la foto, non avevo motivo di negarglielo. Quando Mario ricevette la risposta rimase per qualche secondo in silenzio prima di passare il cellulare a Carlo che a sua volta lesse e mi guardò sorpreso.

Toccò a me leggere le parole di mio marito che esaltavano il mio corpo meraviglioso e che augurava a tutti e tre di divertirci il più possibile giorno e notte, senza limiti. Incredibile, aveva appena detto ai mie amici che da parte sua non c’erano problemi a scoparmi e a me che avevo tutta la libertà di farlo. Chiesi ai ragazzi di scusarlo ma loro risposero che volevano semmai ringraziarlo, e dicevano sul serio. Avrei voluto dire loro che no, non volevo certo fare sesso con loro ma il costume invisibile mostrò le labbra della mia fica completamente gonfie, cosa che venne notata dai due e non mi permise di replicare.

Mario mi prese per mano e disse di seguirlo, feci solo in tempo a coprirmi con un copricostume prima di ritrovarmi nuda sul suo letto nella stanza d’albergo. Mi prese come se non aspettasse altro dalla vita, sentivo lo sbattere del suo corpo sul mio mentre mi annientavo attorno al suo sesso. Una volta finito chiese se volessi che andasse a chiamare Carlo, annuì imbarazzata. Appena il tempo di sistemarmi che sentii entrare l’altro amico visibilmente eccitato. Restai a fissarlo per qualche secondo poi mi inginocchiai e iniziai a succhiarlo lentamente.

Dopo poco più di un’ora ero di nuovo in spiaggia per riposarmi un po’ tra i miei due meravigliosi amanti. Chiesero degli altri costumi ricevuti in regalo e proposero immediatamente il micro tanga bianco per il pomeriggio. Non desideravo altro. Così dopo poche ore mi ritrovai in spiaggia in topless e un tanga quasi del tutto inesistente.

Mario non seppe resistere alla tentazione di inviare una nuova foto a mio marito che per tutta risposta chiese se l’altro costume non si fosse già sporcato, il che convinse i miei amici che lui voleva proprio che io trascorressi le vacanze a scopare con loro e che erano disposti, dolci anime pie ed altruiste, ad esaudire il suo desiderio trasgressivo.

Carlo propose di cenare insieme e magari di salire tutti insieme nella sua stanza. La scomparsa nel mio sesso di quel pezzettino di stoffa che mi ostinavo a chiamare costume diede la risposta che si aspettavano. Mangiammo con calma, per giocare con l’attesa, e quando entrai nella camera di Carlo mi spogliai immediatamente per lasciare che spegnessero la mia voglia senza più pudore. Una volta salita su Carlo che si era disteso sul letto iniziai un lento su e giù per stuzzicare lo sguardo di Mario che era rimasto in disparte a guardare, fino a quando sentii la sua mano spingere delicatamente la mia schiena verso il basso e capii che la sua intenzione era di mettermi al centro di una doppia penetrazione.

Infatti, pochi secondi dopo mi ritrovai con entrambi i peni dentro di me. Si fermarono, Mario posò il cellulare accanto alla testa di Carlo in modo che io vedessi che sarebbe bastato premere un tasto per inviare a mio marito il filmato di quell’inizio di scopata. Diedi un profondo bacio a Carlo, allungai la mano e dopo pochi secondi il video di due uomini che mi stavano scopando arrivò nelle mani di mio marito.

Spostai lo smartphone e lasciai che il mio corpo assaporasse ogni centimetro dei miei amanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio di Intrattenimento Telefonico offerto da Esperto SEO Srl - Viale Cesare Battisti 179, 05100 Terni (TR) - C/F P.Iva 01512540558

Il materiale fotografico è offerto da Giroporno, in collaborazione con Famedollars e Buddy Profits